Contattaci
334 2042824

Introspezione

introspezione
L’uomo è caratterizzato dalla coscienza, ossia la possibilità di esistere, vivere e riflettere sulle sue esperienze di vita, sui momenti interiori, pensieri, sogni ed emozioni che attraversano la quotidianità. La consapevolezza è una risorsa preziosa che ci permette di dare senso alle nostre esperienze e di riconoscerne l’unicità. Vedere dentro di noi significa gioire delle proprie virtù, ma anche patire per i propri limiti e incoerenze. Nostra responsabilità è accettare queste diverse parti di noi, comprenderle e lavorare per ridurne le divergenze estreme. Dobbiamo imparare ad ascoltare questa bussola interiore e fidarci delle sensazioni che ne derivano: questo non è garanzia di felicità, ma certamente di pace interiore e di conoscenza intima di se stessi. Sta a noi riconoscere i valori verso i quali ci guida, valori profondi e intimi che ci permettono di essere liberi nella vita e di sentirci responsabili di noi stessi.

Soggettività

soggettività
Ognuno ha il suo punto di vista, le sue sensazioni, interpreta e vive la realtà con i suoi parametri. La realtà non viene riconosciuta da tutti nello stesso modo, spesso la percezione che noi ne abbiamo è più importante della realtà stessa nel generare le nostre risposte. Non è facile uscire dal nostro egocentrismo, per aprirci ad ascoltare il punto di vista altrui. Ecco quindi che per la reazione dell’individuo ciò che conta è la percezione della realtà più che la realtà stessa.

Autostima

autostima
L’autostima è il valore che attribuiamo a noi stessi. Sarebbe molto importante che rispecchiasse fedelmente chi siamo, con i nostri pregi e difetti. Spesso però questa fotografia è sfocata e  la nostra autostima non corrisponde a ciò che siamo o per eccesso o per difetto. L’autostima è  legata alla nostra storia, alle persone che ci hanno cresciuto, ai partner che abbiamo amato, agli amici che abbiamo frequentato, agli insegnanti che abbiamo incontrato, insomma alle esperienze che abbiamo fatto. Il confronto con gli altri è utile per capire chi siamo e quali doti e difetti abbiamo. L’autostima è l’ago della bilancia del benessere interiore. Infatti senza di essa, molte cose diventano estremamente impegnative o inaccessibili. L’autostima ci dà il coraggio di reggere il giudizio, il conflitto e la capacità di proteggerci da cosa potrebbe farci troppo male sia fisicamente che affettivamente. Ci permette di rispettare i nostri bisogni e di dare spazio a ciò che ci fa star bene.

Fiducia

fiducia
E’ importante riuscire a fidarsi di noi stessi, di ciò che percepiamo e pensiamo. Ed è anche necessario lasciare agli altri uno spazio di libertà, senza volerli sostituire o sommergere di consigli. Alla nascita, la fiducia nelle proprie sensazioni è massima, ma con il tempo bisogna venire a patto con le proprie sensazioni. Lungo la crescita si rischia di perdere autonomia di giudizio perché non si viene educati e preparati ad avere fiducia in se stessi, nella propria intuizione, nei propri pensieri, nella capacità di distinguere tra ciò che si vuole da un’altra persona o dalla vita, e ciò che invece non sembra corrispondere ai propri bisogni. E come recuperare allora l’autonomia di giudizio? È importante recuperare i nostri pensieri senza lasciarsi imbrigliare dal “così fan tutti”, andare oltre il timore del giudizio e superare la paura di essere soli e controcorrente.